logo__nero_gianlu_new.png
“C'è una storia dietro ogni persona. C'è una ragione per cui loro sono quel che sono.
    Loro non sono così solo perché lo vogliono. Qualcosa nel passato li ha resi tali, e alcune volte è impossibile cambiarli.”
 
Da questa citazione di Sigmund Freud è partito il mio viaggio attraverso l’idea di introspezione, cioè di quello che le persone percepiscono di sé stesse. Un altro modo per osservare e andare alla ricerca del significato d’identità.
Questo progetto cerca di descrivere attraverso dei ritratti quello che le persone portano dentro, non solo come “bagaglio culturale”, ma anche quello che vogliono mostrare di sé attraverso una parola scritta su una lavagnetta.

In una società che sta contribuendo alla divisione attraverso le diversità, questo progetto vuole unire, condividendo l’idea che se “fuori” siamo tutti diversi, “dentro” non lo siamo poi così tanto.
Guardarsi allo specchio o su una fotografia, soprattutto se l’ha fatta qualcun’altro, non risulta facile a tutti. Ci rifiutiamo infatti di riconoscere il nostro aspetto come se ciò non corrispondesse a quello che percepiamo di noi.

La ragione è nella consapevolezza della propria identità, raccontata dall’insieme di emozioni e di vissuto che fanno parte di noi.
Ho voluto dare l’opportunità alle persone di soffermarsi Un Minuto per cercare di vedere quello che sono, ricordare e finalmente confessare a sé stesse anche quei pensieri che non si toccano mai.
SCRITTURA PERSONALE DELL'IDEA DI INTROSPEZIONE
UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

UN MINUTO

Verona 30 settembre 2017

 

All'interno della manifestazione "Psicologi in Piazza" giunta alla seconda edizione, ho avuto l'onore di essere invitato per portare e condividere questo progetto fotografico.

Non solo sono state esposte alcune delle immagini del progetto concluso a marzo nella bellissima cornice della Loggia di Fra' Giocondo, ma in un'area predisposta le persone che hanno voluto partecipare mettendoci la faccia, sono fotografate letteralmente con la propria "Parola" in mano, vivendo per se stesse quel "Minuto".

© 2020 Gianluca De Santi | via G. Domaschi, 12 | Verona| P.iva 04642040234 | Cookie policy | Privacy policy